Profumo di pulito, il modo migliore per accogliere i vostri ospiti!

/, Detergenza Professionale, Settore Alberghiero/Profumo di pulito, il modo migliore per accogliere i vostri ospiti!

Profumo di pulito, il modo migliore per accogliere i vostri ospiti!

C’è un manuale molto divertente che mette il profumo tra i requisiti fondamentali di una casa pulita. Il libro si intitola “Manuale di pulizie del ninja”: l’autrice, la scrittrice Courtenay Hartford, spiega come pulire casa (o meglio, come farla sembrare pulita) in pochissimi minuti. Tra i segreti di queste turbo pulizie c’è il buon odore: quello che associamo ad un pavimento appena passato o ai panni stesi freschi di lavatrice. Quel profumo che ci rende addirittura più buoni. Già, perché uno studio pubblicato sul sito web americano Science Daily nel 2009, dimostra quanto qualche spruzzata di detergente o di profumo di pulito nell’aria renda le persone più affabili e generose.

In questa cornice non stupisce che il mercato dei profumatori per ambiente sia in crescita: secondo le ricerche di mercato effettuate negli stati Uniti il business delle home fragrances vale 50 miliardi di dollari con acquisti che vedono in prima fila le candele profumate e i diffusori. E tra i profumi preferiti, ci sono proprio quelli che sanno di pulito. Lo stesso andamento con il segno positivo è stato individuato da Assocasa per quanto riguarda l’Italia. I profumi, secondo gli esperti del marketing olfattivo, producono legami emozionali entrando in sintonia con gli stati emotivi delle persone. Profumare quindi l’ambiente di casa o la camera di un hotel aiuta a trasmettere a residenti ed ospiti sensazioni di benessere e immediata pulizia. Ma come fare per avere ambienti che profumino in modo da sembrare sempre freschi di pulizie?

Pulire utilizzando detergenti profumati è un’ottima base: se il detersivo lascia un buon profumo si è già a metà dell’opera perché la sensazione di freschezza durerà più a lungo. Se il detergente non contiene di per sé una particolare profumazione, si può aggiungere, o nel secchio o direttamente sullo strofinaccio, qualche goccia di olio essenziale. Aprire le finestre quotidianamente ed eliminare le fonti di cattivo odore deve diventare un’abitudine: si tratta di due gesti banali, ma essenziali. Spalancare le finestre tutti i giorni, possibilmente la mattina, deve diventare una sorta di rito, insieme al controllo della pattumiera che va svuotata spesso e lavata almeno una volta al mese. Infine, la profumazione vera e propria dell’ambiente per la quale si possono utilizzare sia i diffusori – con la vasta gamma di fragranze che offrono (qui trovate le nostre, alla vaniglia, alla lavanda, al talco, al té bianco ad esempio) – sia profumi naturali: bucce di agrumi, fiori freschi e secchi. In una stanza d’albergo, ad esempio, accogliere gli ospiti con un mazzo di fiori freschi molto profumati darà loro una piacevole sensazione di pulito. I limoni hanno una profumazione molto rinfrescante, tanto che sono l’ingrediente più utilizzato per la profumazione dei prodotti per l’igiene della casa. Anche il liquido ottenuto dalle le scorze degli agrumi, fatte bollire in acqua calda e messo un un vaso può dare molto profumo, se unito alle foglie di rosa. Una stanza profumata, insomma, è una stanza pulita e lascerà agli ospiti un ottimo ricordo della propria struttura.

By |2018-08-13T13:25:14+00:00Agosto 13th, 2018|Cosmesi, Detergenza Professionale, Settore Alberghiero|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment

WhatsApp chat