Da segnare in agenda: il 27 Settembre è la giornata mondiale del turismo!

/, Marketing e Promozione, Settore Alberghiero/Da segnare in agenda: il 27 Settembre è la giornata mondiale del turismo!

Da segnare in agenda: il 27 Settembre è la giornata mondiale del turismo!

La Giornata Mondiale del Turismo è promossa dall’Organizzazione Mondiale del Turismo (Unwto) e si celebra in tutto il mondo il 27 settembre di ogni anno. Il tema lanciato dall’Organizzazione per questa edizione 2018 è “Il Turismo e la Trasformazione Digitale”: la ricorrenza diventa così un modo per discutere e parlare dell’evoluzione delle tecnologie digitali che, nel bene e nel male, hanno cambiato anche le modalità con cui si vive il tempo libero, vacanze e viaggi compresi.

Il World Tourism Day di quest’anno dunque offrirà spunti di riflessione e indicazioni sulle infinite opportunità che le tecnologie offrono al settore del turismo. Lo scorso anno, durante le celebrazioni dell’edizione dedicata al “Turismo Sostenibile”, il segretario generale dell’Unwto Zurab Pololikashvili, aveva già anticipato il focus 2018: «Sfruttare l’innovazione e i progressi digitali offre al turismo opportunità per migliorare l’inclusività e le potenzialità della comunità locale, la gestione efficiente delle risorse oltre ad altri obiettivi nell’ambito del più ampio programma di sviluppo sostenibile».

L’obiettivo di questa edizione, si legge sul sito dell’evento, è quello di capire meglio gli impatti economici, sociali e ambientali della tecnologia e dell’innovazione nel turismo, uno sviluppo che deve prefigurarsi come crescita continua ed inclusiva in linea con gli obiettivi di sostenibilità fissati dalle Nazioni Unite. La scopo della manifestazione è dunque esplorare ulteriormente le opportunità offerte al turismo dai progressi tecnologici tra cui big data, intelligenza artificiale e piattaforme digitali. Tutti strumenti su cui si deve puntare per migliorare l’imprenditorialità e l’inclusione all’interno delle comunità locali, tramite una gestione efficiente e sostenibile delle risorse. Perché la combinazione di piattaforme digitali, contenuti e feedback generati dagli utenti, l’interazione dei social media combinata con il mondo dei big data, ad esempio, hanno trasformato il modo in cui le persone sperimentano, consumano e condividono le informazioni. Basta pensare a come è cambiato negli ultimi anni il modo di prenotare un viaggio: tramite le Ota al posto delle tradizionali agenzie, tramite l’influenza di social media come Instagram, vera e propria guida turistica online, i blog e via dicendo. Senza contare l’importanza dell’interazione via smartphone con i propri clienti, potenziali e non: recensioni sul web e whatsapp marketing ad esempio. Insomma, è cresciuta una tipologia di “turista digitale” più autonomo, iper-connesso e sempre più esigente, che chiede servizi sempre più personalizzati. Non solo, le tecnologie hanno offerto strumenti indispensabili e molto potenti anche per la gestione, la logistica, la distribuzione e il marketing delle strutture ricettive.

A giugno di quest’anno, per dare visibilità alle idee innovative in grado di rivoluzionare il modo in cui viaggiamo, l’Organizzazione Mondiale del Turismo e Globalia hanno lanciato il primo Concorso Start-up del Turismo Unwto. Le startup con i migliori progetti saranno annunciate come semi-finaliste durante la celebrazione ufficiale a Budapest. Sì perché quest’anno i festeggiamenti ufficiali si terranno nella capitale ungherese: la location è stata scelta per il significativo aumento di turisti avvenuto nell’arco di dieci anni. Nel 2017 infatti il Paese ha accolto quasi 16 milioni di arrivi turistici internazionali, il 50% in più rispetto al 2010. Alla fine del 2017, inoltre, l’Ungheria ha lanciato la “Strategia nazionale per lo sviluppo del turismo 2030” per guidare uno sviluppo sostenibile del turismo a lungo termine. Entro il 2030 il Paese prevede di investire 2,7 miliardi di euro per rafforzare la propria offerta sportiva, culturale e naturalistica, e di aumentare la quota del Pil nazionale del turismo dal 10% al 16% e il numero di dipendenti da 364.000 a 450.000.

By |2018-09-13T14:25:29+00:00Settembre 13th, 2018|Curiosità, Marketing e Promozione, Settore Alberghiero|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment

WhatsApp chat